FESTA DI SANT'ANNA 2020

Dal 23 al 26 luglio.

Comunicato stampa.

La secolare e tradizionale Festa di S. Anna torna anche quest'anno nonostante l'epidemia del Covid-19, dal 23 al 26 luglio compresi, l'appuntamento storico­ gastronomico si svolgerà in forma ridotta, vista la situazione sanitaria e normativa che impedisce l ' effettuarsi dei giochi rionale e delle altre manifestazioni collate rali tipiche della Festa.

Il primo giorno (23) ci sarà MODA SOTTO LE STELLE, una sfilata di moda realizzata da alcune attività commerciali di Ponte e Lastra a Signa e di Signa, il giorno successivo avremo degli intrattenimenti musicali gestiti dalle attività di bar e ristorazione che saranno distribuiti nella varie zone del paese ed il palato sarà stuzzicato con nuove tentazioni gastronomiche, che coinvolgeranno tutti i locali e negozi della frazione.

Il sabato 25 dalla piattaforma della passerella pedonale, il complesso musicale EXTRA 60, inonderà il paese con le note delle sue canzoni.

Il 26 luglio, giorno di Sant'Anna, dalle 19,00 ci sarà la Fiera con bancarelle di vario genere, poi alle 21 ,00 sfilata delle bande musicali e spettacolo degli sbandieratori dei Comuni di Lastra e Signa, a seguire la presentazione del primo LE SIGNE ART FESTIVAL con l' esposizione del programma che vedrà la partecipazione dei Sindaci dei due Comuni e del Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, il tenore Stefano Fini canterà alcuni brani classici e l' attore Marco Mazzoni reciterà una poesia di Dino Campana; alle 23,30 gran finale con lo spettacolo pirotecnico.

La nostra Festa di S. Anna e la particolare venerazione che sia i Medici che la Repubblica Fiorentina avevano nei riguardi della Santa era ed è una venerazione anche "politica, infatti con la cacciata del Duca d' Atene S. Anna , avvenuta appunto il 26 luglio del 1333, S. Anna divenne la Santa della libertà e dell'indipendenza di Firenze.

A Ponte a Signa c'era, nella Torre costruita a difesa del guado e del successivo ponte, una guarnigione della Milizia Fiorentina che controllava sia il passaggio che la riscossione delle gabelle per chi passava sia sopra che sotto il ponte.

La festa della liberazione cittadina interessò anche le truppe di stanza nella Torre e con loro anche il borgo sort o tra il ponte e la Torre.

Così S. Anna divenne la patrona di Ponte a Signa e da allora tra alterne vicende, nascita e morte di comitati, di personaggi e virus vari la Festa continua ad allietare la gente negli ultimi giorni di luglio.

Sempre a causa del virus e delle disposizioni sanitarie, anche le funzioni religiose NON si svolgeranno nella chiesa di Sant'Anna, ma nella Chiesa Parrocchiale di San Martino a Gangalandi, MA LA SERA DEL 26 SARA' APERTA PER ACCOGLIERE IL CERO VOTIVO.

Vedi la programmazione e i menú speciali: